“… Siamo sulla stessa barca…” e la tempesta che ci ha colti spaventa, ma dove c’è amore in Dio, c’è amore nel prossimo, soprattutto nel prossimo in difficoltà.
L’emergenza sanitaria, economica e sociale che ha colpito il nostro Paese non ha precedenti e la Caritas diocesana ha continuato e continua ad essere “sorella silenziosa” del fratello più piccolo, cercando di non far mancare cibo e beni di prima necessità a chiunque ne abbia fatto finora richiesta. Tuttavia, la Caritas diocesana è ben consapevole che numerosi saranno i disagi economici e sociali che sarà chiamata ad affrontare nel prossimo futuro; disagi che saranno conseguenza diretta ed immediata dell’emergenza sanitaria che tutti noi stiamo vivendo, in prima persona, da poco più di un mese.
Se da un lato, però, Caritas ascolta e risponde al grido di aiuto del prossimo, dall’altro accoglie lo slancio generoso di molti che hanno manifestato, sin dalle prime avvisaglie, il desiderio sincero e disinteressato di aiutare concretamente il fratello più sfortunato.
Per coloro che desiderano donare generi alimentari, si prediligono quelli di prima necessità e a lunga conservazione (latte, zucchero, sale, scatolame vario), con un occhio attento ed amorevole ai bambini (omogeneizzati, biscotti per infanzia, pannolini…).

Per coloro che intendono effettuare donazioni in danaro, la Caritas diocesana ha deciso di indire una raccolta fondi, denominata “I care – Mi sta a cuore!” dal motto di don Milani, per sostenere le famiglie, le persone sole, i giovani e gli anziani in stato di necessità economica ed implementare così molti servizi tra cui l’assistenza alimentare, il pagamento di bollette, l’acquisto di medicinali e di materiale scolastico.

Conto corrente bancario: Caritas Diocesana – Diocesi Lucera-Troia
Iban: IT17 B030 6909 6061 0000 0172 185
Causale: I care

La generosità del cuore di alcuni… scalderà il cuore degli altri.