Emergenza Sociale

Comunicato della Caritas Diocesana

In riferimento alla notizia apparsa in data 28 maggio u.s. su un sito locale, si precisa l’infondatezza di quanto riportato nell’articolo in merito ad eventuali contributi che il Comune di Lucera girerà alla Caritas Diocesana, precisamente per un importo di € 77.000,00.

La Caritas Diocesana di Lucera-Troia, ad oggi, non è beneficiaria di nessun contributo economico da parte del Comune di Lucera.

Inoltre, si ricorda che il Servizio Unico di distribuzione dei beni di prima necessità è nato dalla richiesta di collaborazione pervenuta dal Comune di Lucera per far fronte alle prime necessità dovute all’emergenza, unitamente al sostegno e all’aiuto dei volontari appartenenti alle varie associazioni di volontariato cattoliche e non.

Aggiornamento raccolta fondi “I Care – Mi sta a cuore!”

Non preoccuparti dei numeri.
Aiuta una persona alla volta e inizia sempre con la persona più vicina a te” (Madre Teresa di Calcutta).

La Caritas diocesana non si preoccupa dei numeri ma ha a cuore le Persone ed oggi volge il proprio sincero e profondo ringraziamento a quelle che, con generosità ed umiltà, hanno reso possibile il raggiungimento di un tale traguardo in così poco tempo.
La raccolta fondi “I Care” continua: chi ancora non ha potuto ma nutre il desiderio di contribuire a realizzare gli specifici obiettivi che la raccolta stessa persegue,

“I Care – Mi sta a cuore!” Raccolta fondi per sostenere le famiglie in stato di necessità economica

“… Siamo sulla stessa barca…” e la tempesta che ci ha colti spaventa, ma dove c’è amore in Dio, c’è amore nel prossimo, soprattutto nel prossimo in difficoltà.
L’emergenza sanitaria, economica e sociale che ha colpito il nostro Paese non ha precedenti e la Caritas diocesana ha continuato e continua ad essere “sorella silenziosa” del fratello più piccolo, cercando di non far mancare cibo e beni di prima necessità a chiunque ne abbia fatto finora richiesta. Tuttavia, la Caritas diocesana è ben consapevole che numerosi saranno i disagi economici e sociali che sarà chiamata ad affrontare nel prossimo futuro;

Attivo il servizio unico di aiuto e distribuzione cibo e beni di prima necessità per la Città di Lucera

Restiamo in ascolto …

In data 28.03.2020, la Caritas diocesana ha accolto la proposta del Comune di Lucera di mettere a disposizione della comunità cittadina un “Banco Alimentare”, frutto delle numerose donazioni fatte e a farsi, anche da parte di imprenditori e benefattori che hanno a cuore il bene della comunità lucerina.

Questa sinergia tra Comune e Caritas diocesana servirà non solo a non sovrapporre servizi essenziali verso i più bisognosi ma rafforzerà ulteriormente quei servizi che la Caritas, unitamente al Centro di Solidarietà Padre Maestro, eroga quotidianamente da ormai più di trent’anni per la Città di Lucera e non solo.

Inaugurazione del Poliambulatorio

Venerdì 21 Febbraio, presso il Centro di Solidarietà Padre Maestro, alla presenza di S. E. Mons. Giuseppe Giuliano, della Direttrice della Caritas Suor Carmela Sesso, delle autorità civili, degli amici e volontari è stato inaugurato il progetto denominato “Cittadella della Carità”.

La Caritas Diocesana, nel giugno del 2019, cercando di dare risposta ad alcuni bisogni forti del territorio emersi dalle attività del Centro di Ascolto (tanto diocesano che parrocchiale), ha presentato alla Caritas Italiana il sopra menzionato progetto, nella speranza di ottenere i fondi CEI 8×1000 per poterlo realizzare.

Le finalità perseguite con questo progetto si concretizzano sostanzialmente da un lato nel tentativo di aiutare categorie di persone in difficoltà e dall’altro nel cercare di dotare queste stesse categorie di persone di alcuni piccoli strumenti utili a migliorare il proprio tenore di vita e consentire loro maggiori possibilità di inserimento nel tessuto sociale,